Crediti scolastici e formativi

Il .

CRITERI GENERALI PER L’ATTRIBUZIONE DEI CREDITI SCOLASTICI E FORMATIVI – A.S. 2016-17

I crediti scolastici tengono conto del profitto strettamente scolastico dello studente mentre il credito formativo considera le esperienze maturate al di fuori dell’ambiente scolastico, in coerenza con l’indirizzo di studi e debitamente documentate.
Il credito scolastico è un punteggio che si ottiene durante il triennio della scuola secondaria di II grado e che dovrà essere sommato al punteggio ottenuto alle prove scritte e alle prove orali per determinare il voto finale dell’esame di maturità.
Ai fini dell’attribuzione del credito scolastico concorrono: la media dei voti di ciascun anno scolastico, il voto in condotta, l’assenza o presenza di debiti formativi. Il punteggio massimo così determinato è di 25 crediti.
Per i candidati interni l’attribuzione si basa sulla definita tabella ministeriale; i candidati esterni sostengono l’esame preliminare in presenza del Consiglio di Classe, il quale stabilisce preventivamente i criteri di attribuzione del credito scolastico e formativo.
E’ possibile integrare il credito scolastico con il credito formativo, attribuito a seguito di attività extrascolastiche svolte in differenti ambiti (corsi di lingua, informatica, musica, attività sportive); in questo caso la validità dell’attestato e l’attribuzione del punteggio sono stabiliti dal Consiglio di Classe, il quale procede alla valutazione dei crediti formativi sulla base di indicazioni e parametri preventivamente individuati dal Collegio dei Docenti al fine di assicurare omogeneità nelle decisioni dei vari Consigli di Classe, e in relazione agli obiettivi formativi ed educativi propri dell'indirizzo di studi e dei corsi interessati.
Il riconoscimento dei crediti formativi viene riportato sul certificato allegato al diploma.
I riferimenti normativi sono: DPR 22 giugno 2009, n. 122, art. 6, comma 2; DM 16 dicembre 2009 n. 99; DM 24 febbraio 2000 n. 49; DM 10 febbraio 1999, n. 34, art. 1.
Definizione dei criteri generali per l’attribuzione dei crediti scolastici e formativi del nostro Liceo per l’anno scolastico 2016-2017 – come da Regolamento ministeriale emanato con D.P.R. 323/98, del D.M. 49/00 e del D.M. 42/2007
 

 

 Elementi Considerati

 Sulla base di

 Proponente

 Note

A

Interesse ed impegno nella partecipazione al dialogo educativo

 Media dei voti

Docente coordinatore

(1) cfr. precisazioni

B

Attività complementari e integrative svolte in Istituto

Certificazioni

Docente coordinatore

(2) cfr. precisazioni

C

Crediti formativi 

Certificazioni e attestazioni

Docente Coordinatore

(3) cfr. Area precisazioni 

 
N.B. Verranno prese in considerazione le attività svolte tra il 01/06/2016 e il 31/05/2017 ed eventuali certificazioni non ancora computate.
 
(1) L’area A sarà attribuita in automatico agli studenti con media finale dei voti uguale o superiore a 6,5 – 7,5 – 8,3 – 9,1. Per gli studenti che saranno ammessi all’anno successivo dopo sospensione del giudizio, tale area non sarà assegnata: quindi, per conseguire il credito gli studenti dovranno documentare la copertura delle aree B e C.
 
(2) Certificazioni linguistiche di livello B1 o superiori (purché rilasciate da Enti certificatori riconosciuti dal M.I.U.R. nel suo protocollo relativo al Progetto Lingua 2000); certificazioni informatiche (ECDL Core, Nuova ECDL base e livelli superiori, MOS, IC3, Eipass o MCAS); attestati di partecipazione a corsi LIS e Braille; superamento degli esami di Conservatorio (certificazioni A, B e C del nuovo ordinamento); ammissione alle fasi nazionali delle Olimpiadi della Matematica, della Fisica, dell’Informatica, di Italiano, dei Forum della Filosofia, di Certamen; superamento delle fasi regionali dei Campionati Studenteschi. Ogni certificazione potrà essere valutata una sola volta.
 
(3) Esperienze acquisite in ambito scolastico extracurricolare (allargamento offerta formativa), per almeno 20 ore. Esperienze acquisite in ambiti esterni alla scuola, relative ad attività sportive, culturali, artistiche e ricreative, innovazione tecnologica, ambiente, volontariato, per almeno 30 ore documentate se svolte in corso d’anno (80 ore se svolte nel periodo estivo). In particolare, le attività sportive dovranno essere documentate da federazioni affiliate al CONI per almeno 100 ore di attività (120 ore se svolte nel periodo estivo). Limitatamente alle classi V, non tenute all’obbligo di legge dell’alternanza scuola-lavoro, saranno prese in considerazione anche le attestazioni di stages di lavoro.
 
In presenza della documentazione che attesti la copertura di almeno due delle aree sopra descritte verrà attribuito il massimo della fascia prevista nella tabella A allegata al D.P.R. 323/98, al D.M. 42/07 ed al D.M. 99/09 riportata nel seguito:
 

MEDIA DEI VOTI

CREDITO SCOLASTICO PUNTI

 

Classe 3^

Classe 4^

Classe 5^

             M = 6

3 - 4

3 - 4

4 - 5

       6 < M ≤7

4 - 5

4 - 5

5 - 6

       7 < M ≤ 8

5 - 6

5 - 6

6 - 7

       8 < M ≤ 9

6 - 7

6 - 7

7 - 8

       9 < M ≤ 10

7 - 8

7 - 8

8 - 9

 
In casi di evidenza particolare, tenuto conto di situazioni documentate e/o accertate che giustifichino la non copertura da parte dello studente dell’area B e/o C, il Consiglio di Classe – all’unanimità dei suoi componenti – può assegnare al medesimo il punteggio massimo della fascia di appartenenza prevista dalla  norma.
 
Per gli studenti che saranno ammessi all’anno successivo dopo sospensione del giudizio, tale area non sarà assegnata: quindi, per conseguire il credito gli studenti dovranno attestare la copertura delle aree B e C.