asl - Alternanza Scuola Lavoro

Il .

Cos'è l'alternanza

L’alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole superiori, anche nei licei, è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) in linea con il principio della scuola aperta.
La scuola deve, infatti, diventare la più efficace politica strutturale a favore della crescita e della formazione di nuove competenze, contro la disoccupazione e il disallineamento tra domanda e offerta nel mercato del lavoro. Per questo, deve aprirsi al territorio, chiedendo alla società di rendere tutti gli studenti protagonisti consapevoli delle scelte per il proprio futuro.
Con l’alternanza scuola-lavoro, viene introdotto in maniera universale un metodo didattico e di apprendimento sintonizzato con le esigenze del mondo esterno che chiama in causa anche gli adulti, nel loro ruolo di tutor interni (docenti) e tutor esterni (referenti della realtà ospitante).
L’alternanza favorisce la comunicazione intergenerazionale, pone le basi per uno scambio di esperienze e crescita reciproca.
Non solo imprese e aziende, ma anche associazioni sportive e di volontariato, enti culturali, istituzioni e ordini professionali possono diventare partner educativi della scuola per sviluppare in sinergia esperienze coerenti alle attitudini e alle passioni di ogni ragazza e di ogni ragazzo.
In questa chiave si spiega il monte ore obbligatorio: 400 ore negli istituti tecnici e professionali e 200 ore nei licei che rappresentano un innovativo format didattico rispetto alle tradizionali attività scolastiche e possono essere svolte anche durante la sospensione delle attività didattiche e/o all’estero.

Un nuovo patto tra scuola e mondo del lavoro

L’alternanza scuola lavoro è un’esperienza educativa, coprogettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata ad offrire agli studenti occasioni formative di alto e qualificato profilo.
Il percorso di alternanza scuola-lavoro offre agli studenti l’opportunità di inserirsi, in periodi determinati con la struttura ospitante, in contesti lavorativi adatti a stimolare la propria creatività. La comprensione delle attività e dei processi svolti all’interno di una organizzazione per poter fornire i propri servizi o sviluppare i propri prodotti, favorisce lo sviluppo del “Senso di iniziativa ed imprenditorialità” che significa saper tradurre le idee in azione. E’ la competenza chiave europea in cui rientrano la creatività, l’innovazione e l’assunzione di rischi, come anche la capacità di pianificare e di gestire progetti per raggiungere obiettivi. È una competenza che aiuta gli individui ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e a poter cogliere le opportunità che si presentano.
Lo studente in alternanza non è mai un lavoratore, ma apprende competenze coerenti con il percorso di studi scelto in realtà operative.
Pur nella differenza dei ruoli e delle competenze, le scuole e il mondo del lavoro sono sollecitati ad interagire per una maggiore corresponsabilità educativa e sociale orientata alla valorizzazione delle aspirazioni degli studenti nell’ottica di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

L'asl - Alternanza Scuola Lavoro al Liceo Avogadro di Biella

Il nostro Liceo ha organizzato una rete di collaborazioni con l'imprenditoria, il volontariato e la società civile volta alla messa a punto di una serie di convenzioni che vedono coinvolti gli allievi su diversi fronti. Di seguito è possibile consultare l'elenco di tutte le attività organizzate per l'a.s. 2017-2018, vedere in cosa consiste ed accedere al materiale eventualmente disponibile a tutti.
 
  1. CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE (referente Rondi Silvia)
  2. AVVIO DI IMPRESA (referente Parlamento Giovanni)
  3. GIOVANI ALL'ESTERO E IMPOSIZIONE FISCALE (referente Parlamento Giovanni)
  4. SI FA STEM (referente Trimboli Giuseppe)
  5. IMPRESA FORMATIVA SIMULATA - IFS CONFAO (referente Trimboli Giuseppe)
  6. FAI (referente Trimboli Giuseppe)
  7. NOI SIAMO FUTURO-SOCIAL JOURNAL (referente Trimboli Giuseppe)
  8. PREFETTURA TRIBUNALE E CAMERA DI COMMERCIO (referente Fotia Roberto)
  9. CAMERA DI COMMERCIO (referente Parlamento Giovanni)
  10. BONPRIX (referente Parlamento Giovanni)
  11. IL LICEO E LA MONTAGNA (referente Bresciani Riccardo)
  12. BI-FUEL (referente Favaretto Massimo)
  13. PICCOLI LORD (referente: Bertotto Marialuisa)
  14. LAVORARE CON I LIBRI (referente Greppi Raffaella)
  15. GIOVANI MAESTRI (referente: Curzel Gloria)
  16. SCUOLA A PIU' VOCI (referente Curzel Gloria)
  17. DIVERTISTUDIO (referente Curzel Gloria)
  18. FACCIAMO SCUOLA INSIEME (referente Cavagna Maria Chiara)
  19. C'E' NESSUNO? (referente Ricioppo Lorenza)
  20. ECONOMIC@MENTE (referente Trimboli Giuseppe)
  21. NEWS BIELLA (referente Trimboli Giuseppe)
  22. UNA NOTTE AL MUSEO (referente Bresciani Riccardo)
  23. LAB-ART (referente Ricioppo Lorenza)
  24. MI DAI UNA MANO? (referente Ricioppo Lorenza)
  25. STORIA DI VITA (referente Ricioppo Lorenza)
  26. CAPPUCCETTO GIALLO (referente Ricioppo Lorenza)
  27. BANDALARGA(referente Ricioppo Lorenza)
 
Nell'ottica dell'alternanza scuola-lavoro, il progetto propone agli alunni un'occasione per entrare in contatto con il diritto e con il mondo delle professioni forensi. Idea guida del progetto è contribuire alla formazione della cittadinanza consapevole, competenza trasversale ad ogni disciplina e fondamento di ogni percorso educativo.
Scelte strategiche e modelli di business in collaborazione con Camera di Commercio di BI-VC.
 
Si tratta di una attivita di ASL grazie alla quale i ragazzi, sia nella veste di studenti cittadini che in quella di possibili dipendenti, apprendono struttura e ruolo dell'Agenzia delle Entrate e ruolo dell'INPS.
Il progetto si propone di promuovere l'uguaglianza di genere e la consapevolezza di sè delle giovani nelle professioni di ambito scientifico attraverso attività di orientamento e di alternanza scuola lavoro con professioniste che hanno raggiunto posizioni di rilievo in ambito scientifico.
Il progetto si propone di realizzare un percorso di Impresa Formativa Simulata in linea con quanto previsto dalla normativa ministeriale e, in particolare, con quanto previsto dalla Guida operativa per la scuola per le attività di asl emanata dal MIUR l'8 ottobre 2015, avvalendosi del supporto del Simulatore IFS CONFAO, strutturato per seguire la tracciatura dei percorsi IFS.
Gli studenti, con il supporto dei propri docenti, sperimentano un processo di attivazione di un'attività produttiva, dall'analisi dei fabbisogni alla costutuzione e al funzionamento della struttura. Attraverso l'infrastruttura tecnologica con i relativi software e il mercato elettronico le IFS effettuano transazioni commerciali e finanziarie. Organizzando il network di progetto le aziende simulate comunicano e realizzano le attività nello spazio digitale del sistema IFS, si confrontano e mettono a patrimonio comune le rispettive esperienze.
Il progetto di alternanza è sviluppato a livello europeo in simbiosi con il progetto ERASMUS+ Azione 2.
 
Il progetto intende promuovere il coinvolgimento degli allievi alle iniziative FAI che si configurano come asl. Gli allievi, opportunamente formati dai propri docenti e dal tutor esterno, partecipano alle attività FAI in qualità di assistenti e/o di ciceroni.
 
Il progetto intende realizzare un percorso formativo giornalistico e di comunicazione , anche nelle forme social e integrate al web, attraverso un lavoro di redazione. Tale percorso si conclude con la realizzazione di articoli, videoreportage, post e fotoreportage che saranno pubblicati sul social journal NOISIAMOFUTURO.
Gli allievi, divisi in redazioni di massimo 5 elementi e guidati dai propri docenti e dal tutor esterno, partecipano a moduli formativi online sul tema dell'informazione integrata al web e ai social e poi producono articoli, videoreportage, post, fotoreportage e recensioni che vengono valutati, corretti e pubblicati sulla piattaforma NOISIAMOFUTURO alimentata dai contributi giornalistici dei giovani di tutt'Italia partecipanti all'iniziativa che raccontano e si raccontano affrontando i principali temi di attualità, commentano e fanno inchieste, segnalano casi e storie con testi, foto, post ecc.
 
Si effettueranno percorsi di alternanza scuola-lavoro per gli studenti del Liceo Scientifico e del Liceo delle Scienze Umane, in collaborazione con il Tribunale di Biella e con la Camera di Commercio di Biella e di Vercelli. Le attività saranno effettuate a scuola e presso gli enti esterni. Saranno svolte attività di insegnamento e laboratoriali e al termine sarà richiesta agli studenti la realizzazione di un prodotto finale coerente con quanto appreso. 
Obiettivi sono la crescita complessiva umana e culturale degli allievi, lo sviluppo della consapevolezza democratica e di cittadinanza, l’acquisizione di competenze spendibili nel mondo del lavoro. L’esigenza di essere cittadini attivi e responsabili, la capacità di esercitare in modo autonomo e responsabile i propri diritti, la comprensione del mondo dell’economia e del lavoro sono momenti imprescindibili nella formazione di uno studente. 
 
CAMERA DI COMMERCIO (referente Parlamento Giovanni)
 
Grazie all'esperienza di inserimento di lavoratori svantaggiati in Bonprix Italia, per il tramite della Cooperativa Sociale dell'Orso Blu di Biella, gli studenti analizzeranno in particolare sotto l'aspetto sociologico il ruolo delle cooperative sociali, i vantaggi per l'azienda utilizzatrice nonchè quelli personali del soggetto svantaggiato ed infine quelli per l'intera collettività.
 
Nell'ambito dell'alternanza scuola - lavoro si intende mettere gli studenti di fronte al tema della montagna nei suoi risvolti economici, turistici e scientifico-culturali attraverso un avvicinamento che comprenda l'approfondimento teorico e la sperimentazione sul campo.
Lezioni frontali, laboratori di approfondimento, visite sul territorio, conoscenza delle persone che lavorano in montagna, coinvolgimento in eventi e convegni, esperienze in montagna come applicazione di quanto imparato.
 
Il progetto è ideato in rete con gli IIS Quintino Sella ed Eugenio Bona e con il Gruppo Giovani Imprenditori dell'UIB di Biella. Prevede l'ideazione e la realizzazione di un prodotto aziendale in collaborazione tra scuola e impresa. Si articola in quattro aree: la comunicazione in campo turistico nell'ambito della Conca di Oropa, il tessile sostenibile, il marketing di prodotto in ambito sportivo e l'ambito tessile-sportivo.
Dopo una visita aziendale e un'iniziale raccolta di idee dalle aziende stesse, gli allievi, sostenuti dai docenti e dal tutor esterno, studiano l'idea di prodotto, definiscono il BP, lo presentano, realizzano l'idea di prodotto curando gli aspetti di produzione, di analisi costi e prezzo, comunicazione e vendita.
 
Insegnamento della lingua inglese nelle classi terminali della scuola dell'Infanzia per un totale di 15 o 20 ore di lezione nelle prime ore pomeridiane.
Le lezioni si svolgeranno in un pomeriggio alla settimana (un'ora) nelle scuole di Biella II (Villa Petiva, Chiavazza, Pavignano, Vaglio) e Candelo-Sandigliano (Benna, Candelo, Massazza, Sandigliano, Verrone).
 
Con l'attivazione del progetto si intende favorire il lavoro esterno degli allievi presso le sedi della Biblioteca Civica e della Palazzina Piacenza che tenga conto delle esigenze delle stesse, mirando ad una corretta gestione del sito OPAC finalizzata a rendere gli studenti in grado di catalogare i testi secondo il metodo SEBINAOL e a schedare e ricollocare i libri all'interno delle Biblioteche del comune di Biella.  Verrà anche potenziata e sostenuta la capacità degli studenti partecipanti di sapersi relazionare con il pubblico.
Una parte del progetto è inoltre destinata alla catalogazione e messa on line del consistente patrimonio librario dell’Istituto in quanto aderente al Polo Bibliotecario Biellese.
 
Esperienza di tirocinio presso diverse scuole primarie del territorio(scuola primaria villaggio Lamarmora, scuole primaria istituto comprensivo di Gaglianico): gli studenti, dopo una prima fase di osservazione, parteciperanno in forma attiva al normale svolgimento delle attività didattiche nelle varie classi, in orario pomeridiano, dal lunedì al venerdì.
 
Progetto di intercultura: il progetto si propone di creare possibilità di crescita e integrazione tra gli alunni della scuola primaria del plesso di Andorno, in particolare nelle classi prima, seconda e quarta. Gli alunni del Liceo, principalmente di cultura araba, saranno coinvolti in attività scolastiche e non, attraverso un'azione di mediazione culturale.
 
Il progetto propone agli alunni la possibilità di cimentarsi in laboratori ludico-creativi rivolti a bambini e/o ragazzi dai 5 ai 14 anni durante i periodi estivi o di chiusura della scuola (vacanze di Natale, Carnevale, Pasqua); gli studenti inoltre affiancheranno gli educatori in attività post orario scolastico, finalizzate allo svolgimento dei compiti e all'acquisizione di un adeguato metodo di studio; comune di Pralungo, Divertisudio di Biella, Cerrione.
 
Il progetto consiste in un'attività di tutoring per lo svolgimento dei compiti (doposcuola) da svolgere a favore di minori in difficolta' (6-15 anni) segnalati e seguiti dai Servizi Sociali del Comune di Biella.
Il tutoring avverra' in una sala del Comune o in un luogo idoneo messo a disposizione da associazioni o enti.
E' destinato a studenti di QUARTA e QUINTA liceo ( ma non e' necessario essere maggiorenni).
Riunione iniziale informativa: martedi' 10 ottobre, ore 16,30, in via Tripoli 48 (palazzo Pella - dove c'e' la Polizia urbana).
Attenzione: gli studenti interessati dovranno sostenere un colloquio iniziale con l'educatrice per valutare la disponibilita' di tempo e le motivazioni a lavorare con minori in difficolta'.
 
C'E' NESSUNO? (referente Ricioppo Lorenza)
Nell'ottica dell'alternanza scuola/lavoro, il progetto prevede la partecipazione di un gruppo di allievi del Liceo delle Scienze Umane ad alcune lezioni tenute presso le classi della Scuola primaria dell'Istituto Comprensivo di Andorno. Durante tale attività gli allievi collaboreranno con gli insegnanti alla costruzione di un percorso finalizzato alla promozione dell'apertura nei confronti dell'altro e all'acquisizione del senso di responsabilità.
 
ECONOMIC@MENTE (referente Trimboli Giuseppe)
Si tratta di un progetto di educazione finanziaria, svolto in collaborazione con esperti formatori dell'Associazione Nazionale Consulenti Finanziaria (ANASF) che, nelle forme dell'alternanaza scuola lavoro, approfondisce temi quali l'investimento, l'indebitamento, la protezione e la previdenza in vista del raggiungimento di obiettivi definiti in base a priorità stabilite.
 
NEWS BIELLA (referente Trimboli Giuseppe)
Il progetto intende realizzare una formazione degli allievi partecipanti relativamente al mondo del giornalismo, anche nelle forme social e integrate al web, attraverso un lavoro di redazione con il tutoraggio di giornalisti che operano nella testata locale "News Biella".
 
In linea con le aatività principali svolte da ATS Palazzo Ferrero - Miscele Culturali, lo studente avrà la possibilità di essere inserito nelle progettualità in programma per l'anno 2018/2019.Più nello specifico vi sarà la possibilità di svolgere attività di accoglienza e front office in occasione delle mostre di volta in volta allestite, oltre che degli eventi collaterali ad essse collegate.Inoltre sono previste attività di social media marketing volte a promuovere su larga scala le iniziative calendarizzate.
 
Gli allievi coinvolti nel progetto partecipano alle attività laboratoriali organizzate all’interno del Centro Diurno per pazienti psichiatrici (Anteo). Tale partecipazione rappresenta un’occasione per approfondire le competenze relazionali, rafforzare l’empatia, migliorare la capacità di lavorare in gruppo, contribuendo alla costruzione di un’immagine più realistica e meno stereotipata della malattia mentale. Monte ore previsto: circa 50 ore per ciascun partecipante; possibilità di prolungamento nei mesi estivi.
 
Gli allievi coinvolti partecipano alle attività che vengono organizzate dall’Associazione Agenda (Associazione Genitori Disabili). Con la supervisione di una fisioterapista essi assumono un ruolo di supporto ai ragazzi disabili che partecipano alle attività nella Palestrina della Domus Laetitiae; coordinati da un’educatrice partecipano a due laboratori di promozione dell’autonomia che si svolgono presso la Bottega dei Mestieri di Chiavazza e presso la sede dell’A.I.A.S. di Gaglianico. Tale partecipazione rappresenta un’occasione per approfondire le competenze relazionali, rafforzare l’empatia, migliorare la capacità di lavorare in gruppo. Monte ore previsto: 70-80 ore per ciascuno studente per la partecipazione una volta alla settimana.
 
Gli allievi parteciperanno ad un progetto finalizzato alla raccolta delle storie di vita realizzato presso la Casa di Riposo di Graglia e Muzzano. Attraverso tale partecipazione acquisiranno conoscenze relative a uno dei metodi della ricerca sociale e competenze circa la sua applicazione; l’attività proposta rappresenta inoltre un’occasione per approfondire le competenze relazionali, rafforzare l’empatia, migliorare la capacità di lavorare in gruppo. Monte ore previsto 20 ore per ciascun partecipante.
 
Gli allievi parteciperanno ad alcuni laboratori artistici organizzati all’interno della libreria Cappuccetto Giallo con la collaborazione dell’insegnante d’arte Francesca Rovetto. Attraverso tale partecipazione, avranno la possibilità conoscere dall’interno il funzionamento di una libreria per bambini e ad acquisire competenze nella gestione di un laboratorio artistico. Tale attività permetterà inoltre il potenziamento delle competenze comunicativo-relazionali, lo sviluppo della capacità empatica e di gestione delle emozioni, l’applicazione dei principi teorici studiati a situazioni reali. Monte ore previsto: 40 ore complessive entro Natale (con possibilità di prolungamento nei mesi successivi e attività estive).
 
Gli studenti proporranno un  corso di “alfabetizzazione informatica” per gli anziani inseriti nelle case di  riposo "Pozzo Ametis" di Occhieppo superiore, Casa soggiorno anziani di Gaglianico e Istituto Belletti Bona di Biella. Lo studente attraverso le attività proposte, deve acquisire: la conoscenza delle caratteristiche cognitive e affettive degli anziani, le caratteristiche della casa di riposo presso la quale ha scelto di operare; la conoscenza delle metodologie di intervento in ambito socio­educativo; la conoscenza del funzionamento di un servizio del terzo settore rivolto agli anziani. Ha inoltre l’occasione di sviluppare: la competenza a reperire informazioni attraverso il metodo dell’osservazione, la competenza  a documentare le attività svolte in forma di relazione scritta o fotografica, anche attraverso la realizzazione di video o giornalini; la competenza al  lavoro di gruppo, la competenza ad un ascolto attivo, la competenza di applicazione dei principi teorici studiati a situazioni reali.